Maniman

Maniman

Un'osteria sopra Castelletto con scelta di carni, salumi e vini rossi. Sale ampie ed accoglienti, giardino e veranda. Con vista sulla città

Genova / Bere & Mangiare / Ristoranti (archivio)

Notizia in archivio Le informazioni contenute in questo articolo potrebbero non essere aggiornate. Il testo potrebbe risultare mal formattato e alcuni link potrebbero non più funzionare.

Genova - Venerdi 4 febbraio 2005

Sicuramente è l’unico locale di questo genere in tutta la zona di Castelletto. Ma consolidare questa posizione non è stato un cammino breve e facile: il locale è aperto qui dall’82 e l’attuale proprietario, Niccolò, l’ha preso in gestione qualche anno dopo, con alcuni giovani soci.
All’epoca era un birreria-paninoteca chiamata Macadam, sempre affollata, con grandi banconi e le tavole di Luzzati alle pareti. Poi, dopo l’ultimo intervento, nel ’97, l’impostazione del locale è cambiata, e di conseguenza anche il nome. “Ora siamo il Maniman - spiega Niccolò - un’altra parola genovese che ho scelto perché mi piaceva e andava d’accordo con il nome precedente”. Adesso meno birre e meno chiasso, un problema per i vicini. Ma la passione e l’esperienza di Niccolò per la gastronomia ed il buon vino sono tornati utili per trasformare il Maniman in un bel ristorantino, specializzato in vini e carni, anche particolari, come struzzo e bisonte. Nelle due ampie sale del locale, i tavoloni in legno del vecchio Macadam hanno lasciato il posto ad una ambiente più intimo, con tavolini e pareti colorate, sormontate da un grande drappo rosso appeso all’alto soffitto. Dalle grandi finestre si gode una bella vista sulla città e, infatti, nella buona stagione si cena anche fuori, nella veranda all’aperto di fronte all’entrata. Se poi vi viene voglia di fumare, c’è il terrazzino, “niente sale dedicate ma un accogliente angolo esterno”, scherza Niccolò.

Scorrendo la lista, cambiata settimanalmente, si vedono una ventina di piatti, decisamente sostanziosi: ricette nazionali rivisitate, con qualche portata ligure e anche uno o due piatti etnici, spesso proposti nelle serate a tema organizzate almeno una volta al mese.
Come in ogni buona osteria con forte passione per il vino non manca un’ampia scelta di salumi e formaggi, da abbinare alle 250 e più etichette, quasi tutti rossi nazionali.
La spesa oscilla sui 25 Euro, tutto compreso.

Francesco Tomasinelli

Palazzo Ducale Genova

Venerdi 28/11/2014 ore 17:45
Munizioniere

Genova per Rostagno

Con Adriano Sofri, Marco Menduni, Paolo Brogi. A cura di Libera, Arci, Comunità di San Benedetto, Archivio dei Movimenti

Domenica 30/11/2014 ore 17:45
Sala del Maggior Consiglio

Giornata internazionale contro la pena di morte

A cura della Comunità di Sant'Egidio

Martedi 02/12/2014 ore 17:45
Sala del Maggior Consiglio

Nicla Vassallo

Meditazioni filosofiche di Cartesio, conferenza del ciclo Le Meraviglie Filosofiche a cura di Nicla Vassallo, ingresso libero

Mercoledi 03/12/2014 ore 21:00
Sala del Maggior Consiglio

Luca Mercalli

Conferenza del ciclo L’Italia s’è desta? a cura della Fondazione Edoardo Garrone, introduce Giovanna Zucconi, ingresso libero

Google+