Teatro Politeama Genovese: la stagione 2011/2012

Teatro Politeama Genovese: la stagione 2011/2012

© Photomovie / Antonello & Montesi

Mercoledi 13 luglio 2011

Sergio Rubini, Margherita Buy, Elio Germano e Luca&Paolo tra i protagonisti del nuovo cartellone. 37 spettacoli da ottobre ad aprile: il programma

Genova / Spettacoli / Teatro

di Laura Santini

La nuova stagione teatrale 2011-2012 del Politeama Genovese è stata etichettata Una stagione mai vista. Savina Savini e Danilo Staiti, soci e direttori artistici, si dicono particolarmente soddisfatti del nuovo cartellone data la situazione difficile per la cultura e la società tutta.

37 i titoli che garantiscono come sempre, da ottobre a maggio, un'ampia varietà di proposte che vanno dalla commedia brillante a quella musicale, dai protagonisti della satira e del cabaret, alla danza e al musical. Quest'anno c'è però una novità e un nuovo filone di spettacoli-reading che portano al Politeama talenti del cinema.
«Il nostro intento - afferma Danilo Staiti - di coniugare la ricchezza e la popolarità dei nostri spettacoli con la qualità, è difficile ma stimolante. E in questa stagione credo siamo riusciti a fare un ulteriore passo avanti inserendo in cartellone la forma del reading che ci ha permesso di riportare a teatro grandi nomi del cinema, da Sergio Rubini che apre la stagione con Io tra di voi, un reading poetico che tocca Neruda, Shakespeare, Sanguineti e anche episodi della sua vita (21 ottobre 2011); a Margherita Buy, in scena con Patrick Rossi Gastaldi in Nel nome del padre di Luigi Lunari, reading-commedia sulla vita e i ricordi di un uomo e una donna che si incontrano misteriosamente (24-25 gennaio 2012). E poi Elio Germano (Palma d'Oro, 2010 per il film La nostra vita) legge e interpreta Viaggio al termine della notte di Céline accompagnato dalla musica di Teho Teardo tra archi, chitarra e live electronics (2 febbraio 2012)».

Ancora un reading: questa volta in scena sono Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu che si cimentano con il teatro di Gaber in Non contate su di noi, il teatro di Gaber-Luporini tradotto e tradito da Luca&Paolo (6-8 dicembre 2011), una coproduzione Politeama Genovese, I.T.C. e Fondazione Gaber che debutta in prima nazionale al Piccolo di Milano per poi replicare in esclusiva a Genova.

Dato il grande successo dell'anno scorso torna Marco Travaglio con Anestesia totale - Il primo spettacolo (poco spettacolare) del dopo-B, un'analisi del futuro uno svisceramento dell'infezione e dei sintomi del nostro paese (16-17 dicembre). Tornano anche gli Oblivion, il gruppo teatrale più cliccato del web, che presenta il nuovo spettacolo Oblivion Show 2.0: Il sussidiario, con la regia di Giole Dix (21 dicembre).

Tra le tante proposte spiccano gli show internazionali con il ritorno dei Momix (22-27 novembre) per uno spettacolo reMIX che fa un montaggio delle greatest hits del coreografo Moses Pendleton e uno degli show più noti al mondo (con all'attivo 3.000 rappresentazione in 4 continenti): Slava's Snowshow, un'originalissima combinazione di clownerie e teatro visivo che crea un'atmosfera magica e divertente, poetica e strabiliante (28 marzo - 1 aprile 2012).

Ancora dal Canada, L'Arsenal, una compagnia di acrobati e musicisti formatisi nella più prestigiosa scuola mondiale di Nouveau Cirque, quella di Montréal, che portano in scena L'arca - The Ark tra teatro-circo, musica, danza e proiezioni multimediali (14 febbraio 2012). Mentre per il tradizionale appuntamento con il gospel quest'anno arrivano Walt Whitman & The Soul Children of Chicago, un gruppo che ha lavorato al recupero di giovani tra i 7 e i 17 anni attraverso la musica e che porta sul palco 18 bambini di varie età con un livello tecnico altissimo (22 dicembre).

Tutte le altre ospitalità dall'estero sono compagnia di danza: FlamenQueVive, già al Politeama con Pinturas, che porta in scena Don Juan (29 novembre); per il balletto classico Slovak National Theatre presenta Giselle (2 dicembre) e Il lago dei cigni (3 dicembre); dall'Australia uno spettacolo vincitore di 11 premi internazionali che ripropone il tip-tap Tap Dogs (20-22 gennaio 2012).
Torna anche David Parsons con la sua Parsons Dance Company, tra coreografie indimenticabili, acrobazia e virtuosismo (7 febbraio 2012) e, infine, Evolution Dance Theatre una compagnia di elementi da tutto il mondo guidati dal coreografo e danzatore Anthony Heinl che presenta il suo ultimo spettacolo FireFly (13 aprile 2012).
Sempre a proposito di corpo in movimento, questa volta dall'Italia, sarà il Balletto di Roma con una coreografia ambiziosa Otello a chiudere la stagione (27-28 aprile 2012).

Non mancano le proposte ormai entrate nella consuetudine del teatro: la commedia brillante, il musical e la grande comicità. Per la prima, Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli saliranno sul palco con La verità, classico francese sull'infedeltà di Florian Zeller, drammaturgo contemporaneo (3-5 novembre); Maria Amelia Monti e Gianfelice Imparato in Tante belle cose, tra commedia e dramma psicologico con le musiche di Cesare Cremonini (3-4 febbraio); Nancy Brilli impegnata di nuovo sul palco con un lavoro creato appositamente da 7 drammaturghi sui sette vizi capitali, Sette (10-11 febbraio), come i 7 monologhi di 7 autori diversi (Barbara Alberti, Iaia Fiastri, Francesco Freyrie, Piergiorgio Paterlini, Carla Signoris, Franca Valeri e Paolo Villaggio); Giobbe Covatta e Enzo Iacchettti in un inedito duo in Niente progetti per il futuro, spettacolo surreale sulla società contemporanea in crisi (8-10 marzo).

Torna anche Elisabetta Pozzi con un lavoro alla sua prima italiana Tutto su mia madre, tratto dal film di Pedro Almodòvar, che vede in scena anche Alvia Reale e Eva Robin's e un ricco cast per la regia di Leo Muscato (20-21 marzo); infine, ultima delle commedie giocose, L'apparenza inganna, con Maurizio Micheli e Tullio Solenghi, spettacolo tratto dall'omonimo film francese, fitto di colpi di scena e situazioni esilaranti (3-5 aprile).

Tre i musical in cartellone: Happy Days della Compagnia della Rancia sull'America degli anni '50 (26-28 gennaio); La cage aux folles - Il vizietto, con Massimo Ghini e Cesare Bocci, con altri 20 artisti e 6 drag queen, in tratto dalla commedia francese rimasta nota per l'interpretazione di Michel Serrault e Ugo Tognazzi, riadattata e diretta da Massimo Romeo Piparo (21-25 febbraio); e, infine, L'astice al veleno, ultimo lavoro di Vincenzo Salemme che ne è anche interprete.

E per la comicità ospiti: Ale&Franz, Enrico Bertolino, Antonio Albanese, Banda Osiris, Angela Finocchiaro, Paolo Hendel, Teresa Mannino, Maurizio Lastrico e Giuseppe Giacobazzi.

Laura Santini

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Google+