Bobby Soul torna con 'Conseguenze del groove'. La recensione

Bobby Soul torna con 'Conseguenze del groove'. La recensione

Il nuovo disco della voce black genovese. Album solista, ma con molte vecchie conoscenze del cantante. Un condensato di puro funk in 18 tracce

Genova / Spettacoli / Musica

Approfondisci

Alberto Bobby Soul Debenedetti
Cantante, produttore e Dj genovese, ha alle spalle più di venti anni di musica, soprattutto di Black Music. Lavora attivamente anche in campo teatrale dove si occupa della parte musicale di vari spettacoli, specialmente con il Teatro Garage di Genova.
Ha all'attivo la pubblicazione di decine di CD con svariati gruppi e almeno un buon migliaio di piccoli e grandi concerti in giro per l'Italia e l'Europa.
Da www.bobbysoul.com

Tracklist
1. Conseguenze
2. Bobby Soul, who the Funk do you think you are
3. Gli occhi mezzi veri
4. Amore a prima vista
5. Crudele
6. Freedom
7. Stringidenti
8. Per chi viene dopo
9. Passo dopo passo
10.Non è un do ut des
11.Conseguenze della Tetta Cosmica
12.Sesso e Religione
13.Per arrivare a te
14.Stessa Storia
15.Un'assouluzione
16.Ancora
17.L'uomo della porta di servizio
18.Oggi ho visto la tua faccia

Giovedì 9 febbraio 2012, alle ore 18.00, la Feltrinelli di Genova (via Ceccardi) ospita la presentazione di Conseguenze del groove, il nuovo album di Bobby Soul.
Venerdì 10 febbraio, alle ore 23.30, il disco viene presentato con un concerto al Senhor do Bonfim (ingresso 8 Eu).

Genova - Mercoledi 8 febbraio 2012

Bobby Soul torna a camminare da solo - ma con il sostegno sempre presente delle sue storiche band - con un disco che affonda radici profonde nell'anima black del cantante genovese.
Dopo l'esperimento visionario della Decima Vittima, Alberto De Benedetti lascia da parte la psichedelia per tracciare in 18 solide tracce il profilo di un funk italiano che non ha bisogno di imbellettarsi né di nascondersi per affermare la propria identità.

Perché, come spiega la voce del compianto Ernesto De Pascale in apertura del disco, «I negri hanno creato blues, jazz, rock'n roll - spiega il musicologo in Conseguenze - noi stiamo semplicemente rivivendo impressioni nate dal popolo di colore».
E quindi giù a pescare a piene mani negli stilemi della migliore black music degli anni Settanta, legittimati dalla storia all'uso di asciutte sezioni fiati sostenute dal ritmo della classica groove-machine chitarra, basso e batteria. E la vibrazione che parte istintiva afferma la genuinità del prodotto: le gambe si muovono, ottimo segno.

Il disco parte con Conseguenze, tutto giocato sulle allitterazioni dell'italiano, per passare ai giochi di parole in inglese di Bobby, who the Funk you think you are? Il gusto per il pastiche linguistico accompagna l'intero album, tra commenti in in slang e citazioni di colonne portanti del groove come Ritchie Haven, qui ripreso nella performance di Woodstock di Motherless Child.

Conseguenze del groove è un album solista solo a livello nominale: Bobby ha chiamato in fase di stesura e registrazione le sue storiche band Knickers, Les Gastones e Bonobos Boracheros.
Il risultato è un'interessante commistione di influenze, dal funk più spinto del primo singolo Un'Assouluzione alle venature latin di Crudele, senza mai perdere di vista la finalità di creare canzone d'autore. Un condensato di buona musica da gustare su disco, con la consapevolezza che il meglio della black music la si ascolta dal vivo. E anche in questo, fin dall'epoca dei Sensasciou, Bobby Soul e i suoi sodali sono una garanzia.

Matteo Paoletti

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Palazzo Ducale Genova

Domenica 30/11/2014 ore 17:45
Sala del Maggior Consiglio

Giornata internazionale contro la pena di morte

A cura della Comunità di Sant'Egidio

Martedi 02/12/2014 ore 17:45
Sala del Maggior Consiglio

Nicla Vassallo

Meditazioni filosofiche di Cartesio, conferenza del ciclo Le Meraviglie Filosofiche a cura di Nicla Vassallo, ingresso libero

Mercoledi 03/12/2014 ore 21:00
Sala del Maggior Consiglio

Luca Mercalli

Conferenza del ciclo L’Italia s’è desta? a cura della Fondazione Edoardo Garrone, introduce Giovanna Zucconi, ingresso libero

Venerdi 05/12/2014 ore 21:00
Sala del Maggior Consiglio

Don Luigi Garbini

Il Requiem di Mozart, conferenza del ciclo Incontri con la grande musica, ingresso libero

Google+