Open Genova: il nuovo progetto di Enrico Alletto e Adriano Casissa

Open Genova: il nuovo progetto di Enrico Alletto e Adriano Casissa

© Andrea Licomati

Dopo 'Genova Mappe', un altro spazio virtuale per segnalare proposte per la città e confrontarsi con la pubblica amministrazione. Il primo esperimento di open data dedicato al Car Sharing

 /  / 

Genova - Lunedi 15 ottobre 2012

Ormai conoscerete bene la piattaforma Genova Mappe, progettata dal blogger genovese Enrico Alletto in collaborazione con mentelocale.it. Lo spazio virtuale, che consente di segnalare in modo facile e veloce i tanti problemi della città, ha riscosso grande successo anche su Facebook, dove vengono quotidianamente postate le segnalazioni degli utenti relative ai disservizi in giro per i quartieri genovesi: dalle carcasse di auto e scooter abbandonate per strada alle strade dissestate, dai tombini scoperti allo stato del letto dei fiumi.

Oltre a Genova Mappe, Alletto ha dato vita insieme al blogger Adriano Casissa a una nuova piattaforma virtuale dedicata al capoluogo ligure: si chiama Open Genova e attualmente è attiva con un gruppo su Facebook.
Il gruppo è aperto a tutti i genovesi
e più in generale a chiunque sia interessato a condividere informazioni e consigli sui temi trattati: dati sulla città, notizie e proposte sui temi riguardanti partecipazione e rapporto con la pubblica amministrazione locale.

Tra gli interventi, il primo esperimento di open data di Stefano Sabatini che ha fatto il punto sul servizio Genova Car Sharing, mostrando come può funzionare il processo di condivisione di dati aperti. Dopo aver ricevuto dalla società le informazioni inerenti i posteggi (codice, nome e posizione, con tanto di indirizzo, coordinate e note), Sabatini le ha confrontate con i dati presenti in OpenStreetMap e ha aggiunto i posteggi mancanti in
quest'ultimo. Ha poi proposto una versione migliorata contenente i dati originali e i dati derivati da OpenStreetMap, specificando la diversa origine e la diversa licenza dei dati che compongono il nuovo insieme, più semplice e accessibile, anche per creare nuove sinergie.

Un altro intervento che permette di capire lo spirito del gruppo è quello di Carlo Poggi, che mostra alcuni link interessanti postati su Open Genova. Nella lista compaiono anche alcuni articoli pubblicati da mentelocale relativi a Genova Mappe (ad esempio sullo stato di incuria di tombini e fiumi a Genova) e un interessante video per comprendere l'utilità della creazione dei Linked Open Data.

R.M.

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Società & Tendenze Tendenze