Don Gallo canta 'Bella Ciao' dopo la messa: il video che spopola su YouTube

Don Gallo canta 'Bella Ciao' dopo la messa: il video che spopola su YouTube

Il prete genovese e tutti i fedeli intonano il canto partigiano dopo la funzione. Più di 113000 visualizzazioni. Dall'Italia e non solo. Guarda la clip di Sergio Gibellini. Riceviamo e pubblichiamo

 /  / 

Genova - Giovedi 27 dicembre 2012

Pubblichiamo un video di Sergio Gibellini che vede come protagonista don Andrea Gallo, impegnato nel canto partigiano Bella Ciao.

Così ci scrive Sergio Gibellini, commentando le tante visualizzazioni ricevute dalla clip:

Il video è stato registrato sabato 8 dicembre 2012 a San Benedetto alla fine di una Messa molto commovente, sia per il ricordo di una persona prematuramente scomparsa, sia per il 42esimo anniversario della fondazione della Comunità di don Gallo. Il canto intonato da tutti i presenti esprimeva anche un impegno alla resistenza contro l’aggravamento della situazione sociale e le ingiustizie.
Nel corso dei giorni si sono moltiplicate le visualizzazioni fino a superare oggi, giovedì 27 dicembre, la cifra di 113.000. Un fatto singolare in un periodo, in cui sono già diffusi moltissimi video. La clip è stata vista non solo in Italia, ma in Grecia, Croazia, Slovenia e Serbia ed altri paesi.

Dalla Grecia una persona ha scritto: «Bella Ciao! Ai greci antifascisti piace troppo questa canzone!».

Dalla Slovenia ho ricevuto questo messaggio da una persona che sembra avere pienamente colto quanto si provava a San Benedetto quella mattina: «Mia moglie mi ha mandato il tuo video della messa a Genova. Grazie per il video. Come forse saprai, in Slovenia ci sono proteste contro la politica, il governo e il capitalismo neo liberista. Questo video si è diffuso attraverso internet come un incendio. Viva la libertà!».
Anche in questa occasione si constata che problemi e sentimenti comuni sono presenti in persone di diversi paesi, che in questo periodo ci sono simili situazioni di sofferenza e quanto invece la gente sia tenuta divisa, informata parzialmente, indotta ad occuparsi del proprio orticello, rendendo impossibile che si unisca a chi è in simili condizioni verso un obiettivo comune.

Sergio Gibellini

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Società & Tendenze Attualità