Genova si apre sempre più al coworking

Genova si apre sempre più al coworking

Approvata una mozione nel Municipio Levante. Per reperire nuovi spazi da adibire ad attività lavorative. Al via un documento da sottoporre al Comune

 /  / 

Genova - Venerdi 17 maggio 2013

Il Coworking, è una nuova concezione di intendere l'attività lavorativa che prevede la condivisione di un ambiente di lavoro, spesso di un ufficio, ma a volte anche solo di una scrivania, da parte di soggetti che operano in settori diversi e mantengono così un'attività indipendente l'uno dall'altro, un po' come succede agli studenti universitari quando studiano negli spazi comuni messi a disposizione dall'università . Ma l'essere umano come si sa è un animale sociale e dalla condivisione dello stesso spazio lavorativo spesso si passa a condividere informazioni e saperi che danno vita a collaborazioni e joint venture.
Il Coworking già abbastanza diffuso in Europa e in Nord America, si sta affermando anche in Italia e a Genova, come testimonia la fervente attività del laboratorio coworking su Open Genova.

Proprio nel capoluogo ligure, mercoledì 16 maggio è stata approvata la mozione in favore della diffusione del coworking nel Comune di Genova, presentata al municipio IX Levante dal Consigliere municipale Walter Vassallo.

In seguito all'approvazione della mozione Vassalo ha dichiarato : «È stato concordato che l'assessore municipale competente in materia porterà avanti insieme al Comune e all'assessore Francesco Oddone, in dialogo con tutti gli altri municipi genovesi, incontri per poter discutere, approfondire e realizzare all'interno del territorio genovese azioni atte a sviluppare centri di incontro operativamente sensati, al servizio del co-working, della progettazione collaborativa, delle decisioni partecipate».

Prosegue Vassallo: «Nei prossimi giorni verrà elaborato un documento che il Municipio Levante presenterà all'attenzione del Comune, per portare avanti insieme agli altri Municipi la questione coworking a Genova. Sono soddisfatto, il primo passo lo abbiamo fatto per iniziare a sensibilizzare sull'argomento e sono sofddisfatto che tutti abbiano apprezzato l'iniziativa».

Grazie a questo importante passaggio istituzionale il coworking potrebbe diffondersi ulteriormente anche nella nostra città e successivamente nella nostra regione, dando modo a liberi professionisti e freelance, di poter condividere sia lo spazio lavorativo sia informazioni e saperi dando vita, si spera, a fruttuose collaborazioni.

Approfondisci

                                                      

Andrea Carozzi

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Società & Tendenze Attualità