Open Genova: partecipazione e free wifi

Enrico Alletto durante la presentazione di Open Genova

Enrico Alletto durante la presentazione di Open Genova

Le attività dell'associazione. Dalla petizione per la trasparenza sugli immobili dismessi dal Comune alle politche wiki. E una proposta per la connessione gratuita

 /  / 

Genova - Mercoledi 16 ottobre 2013

Proseguono le iniziative di Open Genova, la piattaforma collaborativa, ora anche associazione, finalizzata alla partecipazione attiva dei cittadini e alla realizzazione di idee e progetti volti al miglioramento della città.

Dopo l'incontro di fine settembre, durante il quale si è parlato di maggiore diffusione degli open data, wi fi libero in città, spazi coworking dove poter dar concretezza alle proprie idee, censimento di immobili dismessi dal Comune e collaborazioni tra associazione e municipi nell'ottica di uno sviluppo della città sempre più smart e trasparente, proseguono le attività dell'associazione.

A partire dalle proposte al Comune per un miglioramento del Free Wi fi. Open Genova da un lato chiede che l'amministrazione pubblica faccia un passo indietro nella gestione, dall'altro che assuma un ruolo più di tipo coordinativo rispetto all'azione dei privati e delle reti già attive sul territorio. L'associazione infatti è convinta che se il Comune promuovesse una politica di maggior sensibilizzazione tra gli esercenti sulle opportunità offerte dall'attivare un hot spot wifi, offrendo al contempo sconti su canoni pubblicitari o tasse comunali, oppure servizi online, potrebbe svilupparsi una diffusione più capillare del wifi, non solo in aree centrali, ma anche periferiche.

Tra le attività che sta portando avanti l'associazione anche la Petizione  per la diffusione dei dati sugli immobili dismessi del territorio Comunale, sulla base del Decreto Trasparenza in vigore dal 20 aprile 2013 che prevede appunto la trasparenza sui dati di interesse pubblico. La petizione propone la creazione di una cartografia degli immobili inutilizzati dal territorio comunale distinti in immobili da valorizzare, immobili commercializzabili e dismessi al fine di uniformare gli elenchi attualmente disponibili e creare nuovi spazi che potrebbero essere aperti per coworking, associazionismo e startup.

Per quanto riguarda le Politiche Wiki, ossia la partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa attraverso la rete, Open Genova sta, inoltre, promuovendo collaborazioni con i Municipi, l'istituzione più vicina al cittadino e con più margine di sperimentazione.

L'associazione sta inoltre lanciando la campagna di tesseramento 2014 per sostenere le attività dell'associazione e i tanti progetti e laboratori presenti su Open Genova.

Chiara Pieri

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Società & Tendenze Attualità