Palo. Incrocio. Traversa! Calcio e letteratura al Kowalski

Parte della locandina di Palo. Incrocio. Traversa!

Parte della locandina di Palo. Incrocio. Traversa! © Francesca Napoli (www.facebook.com/Bigiotteria.creativa)

Esperti, scrittori e giornalisti si confrontano sul mondo del pallone. C'è anche un concorso letterario. Si parte martedì 28 febbraio. Il programma

 /  / 

Genova - Mercoledi 15 febbraio 2017

Palo. Incrocio. Traversa! è una serie di incontri organizzati dal blog Pagina2Cento.it, il ristorante e pub dall’est Europa Kowalski e la libreria Falso Demetrio.

Tre appuntamenti (più uno) in cui si parlerà di calcio, letteratura e di tutto ciò che si può trovare fra questi due alti significati e che spesso si sono trovati legati nel corso degli ultimi 150 anni in cui il futbol si è sviluppato. Esperti, scrittori, appassionati, giornalisti e semplici curiosi avranno la possibilità di confrontarsi sul mondo del pallone, lasciando per una sera fuori dalla porta i processi al singolo arbitro, i drammi del calciatore snob o le immediatezze compulsive del tifoso medio e concentrarsi, invece, sulle tematiche più profonde che il pallone evoca in ognuno di noi.

Palo.Incrocio.Traversa! vuole proporsi come spazio di dibattito che, partendo dalla carta stampata, arrivi a parlare del giuoco più bello del mondo non solo come episodio della vita legato al semplice tempo libero, ma anche come fenomeno di costume globale in cui prendono forma ampie zone della Storia, una cospicua dose di filosofia e, in senso lato, una larga parte di tutto il buono che accade nella vita di milioni di persone.

Ogni incontro trarrà spunto dalle tematiche di un libro, per aprire poi un dibattito tra relatori e pubblico. Il tema del libro sarà sempre il punto di partenza, ma il percorso e l’arrivo delle diverse serate restano rigorosamente ignote.

Si parte martedì 28 febbraio con la presentazione di 91° minuto di Giacomo Giubilini, consulente editoriale Rai, documentarista e sceneggiatore. Alla presenza dell’autore si parlerà di calcio, ma anche di cosa muove realmente quella palla che carambola tra i piedi dei calciatori: uno sguardo fuori dal campo per svelare come funziona un’industria globale che fattura miliardi.

Il 21 marzo, invece, partendo da La vita è un pallone rotondo di Vladimir Dimitrijevic ci si tufferà nel piacere della divagazione calcistico-culturale: qual è il limite che accomuna calciatori come Pelé e Platini? Perché Beckenbauer è qualcosa di simile a un epigono di Paul Valéry? Perché questi tre esimi calciatori non reggono il confronto con Diego Armando Maradona? Un incontro per capire in che zona del campo e in quale minuto di quella partita chiamata esistenza ci si trovi. Ma anche no.

Il 10 aprile, poi, appuntamento con Gigi Riva, caporedattore centrale del settimanale L'Espresso, e la presentazione de L’ultimo rigore di Faruk. Una storia di calcio e di guerra: nella tragica e violentissima dissoluzione della Jugoslavia un calcio di rigore sembrò contrassegnare il destino di un popolo. Un penalty divenne nei Balcani il simbolo dell’implosione di un intero Paese, e dei conflitti che sarebbero seguiti di lì a poco. Intuendo la complessità di un evento che sembrava soltanto sportivo, Gigi Riva racconta con attenzione da storico e sensibilità da narratore un tiro fatale, sbagliato il 30 giugno del 1990 a Firenze da Faruk Hadžibegić, capitano dell’ultima nazionale del Paese unito.

Il 26 maggio, infine, completerà il cartellone degli eventi, la presentazione dei racconti vincitori del concorso letterario Il calcio in piazza. Il contest letterario vedrà come premio la pubblicazione dei quattro testi selezionati su un inserto speciale del menù del ristorante Kowalski, oltre alla presenza sulle pagine del sito di Pagina2cento.it. Tema del concorso, ovviamente, sarà il calcio in piazza: la cara e vecchia piazzetta intesa come luogo di crescita personale, di scambio sociale, curiosità amplificata e di apertura al mondo altro da sé.

Palo. Incrocio. Traversa! Il programma.

Legato agli incontri c'è anche un concorso letterario: il calcio in piazza resiste come momento di crescita, di condivisione e di apertura verso il mondo, in un’epoca di predilezione verso il gioco virtuale e individuale. I promotori del concorso, in questo senso, vogliono porre l’attenzione sugli aspetti legati alla formazione che il calcio in piazza da sempre propone: si fanno partite insieme, si condivide il pallone con gli altri, si invitano a giocare i bambini di ogni credo e colore. Il contesto del gioco e quello della piazza, quindi, si uniscono idealmente in un’istruzione non ufficiale per contribuire a forgiare quello che dovrebbe essere il cittadino futuro, grazie a quelle lezioni che la strada sa ancora dare e che non prevedono l’esclusione ma sempre l’inclusione. Giocare a calcio da soli non è mai una buona idea.

Ecco le specifiche per partecipare al concorso: 2450 parole (17.000 caratteri spazi inclusi). Il font da utilizzare è il Calibri di dimensione 11.

Invio: i tipi di file ammessi per il file del testo sono: odt, doc, rtf (non si accettano testi in formato pdf o docx). Il file deve essere nominato: cognome dell’autore – titolo e inviato alla casella mail: paloincrociotraversa@gmail.com.

Scadenza: i lavori devono essere recapitati secondo le modalità indicate dagli organizzatori entro e non oltre il 16 aprile 2017.

La giuria del concorso è composta da: Ester Armanino, scrittrice, Pierpaolo Cozzolino, publican e grafomane, Matteo Macor, giornalista, Francesco Pedemonte, Pagina2cento.it, Alessio Rassi, Pagina2cento.it, Giacomo Revelli, scrittore, Stefano Rissetto, giornalista e scrittore, Francesco Salvi, Pagina2cento.it.

I premi: per i quattro racconti selezionati avverrà la pubblicazione su un inserto del menù del Kowalski, pensato per essere distribuito anche nei locali del circuito Birralonga e Vinicoli, oltre alla pubblicazione del testo sul sito di Pagina2cento.it. Ai vincitori verrà anche consegnato un buono per una cena per due da consumarsi nel locale di via dei Giustiniani.

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Cultura Libri & Scrittori

Potrebbe interessarti anche...