Fa'afafine a Genova: il terzo sesso. Spettacolo gratuito alla Tosse

Video di Hira Grossi

Video di Hira Grossi © www.facebook.com/CoordinamentoLiguriaRainbow/photos

Giovedì 16 marzo a Genova la replica dello spettacolo dedicato al tema dell'identità di genere. Per bambini dagli 8 anni in su e adulti. Guarda la video intervista

 /  / 

Genova - Giovedi 16 marzo 2017

Fa'afafine, nelle Isole Samoa, significa letteralmente nei panni di una donna, inteso come né maschio, né femmina, ma terzo genere creativo meritevole di grandissimo rispetto sociale.

Fa’afafine – Mi chiamo Alex e sono un dinosauro è lo spettacolo teatrale che racconta di un bambino che non si sente né maschio né femmina. Scritto e diretto da Giuliano Scarpinato e interpretato da Michele Degirolamo, lo spettacolo ha vinto numerosi premi e ha ricevuto il patrocinio ufficiale di Amnesty International - Italia.

Ha però suscitato anche molte polemiche da parte di più fronti contrari al tema, affinché lo spettacolo venga censurato. Anche se non è stato visto. Basta il principio.

A Genova alza la testa lo spazio dei Giardini Luzzati, divenuto per un giorno piazza dei Diritti, con il Teatro della Tosse insieme ai teatri, ai festival e alle associazioni genovesi, promuove una replica gratuita e davvero aperta a tutti. Perché Alex, il protagonista, vorrebbe essere fa’afafine che, in bambinese, vuol dire non subire l’imposizione di una scelta su se stesso/a ma, semplicemente, essere ciò che sente a prescindere dalle etichette e dalle porte dei bagni. Almeno fino a quando non vi sarà una terza porta, quella destinata ai dinosauri.

Lo spettacolo, indicato per i bimbi dagli 8 anni in su, ha raccolto grandissimo entusiasmo proprio dai suoi utenti finali, i ragazzi. Un’occasione per creare un senso critico e di accoglienza verso l’altro.

Hira Grossi

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Spettacoli Teatro